Un modello di apprendimento

L’alternanza scuola lavoro è una forma di stage in cui l’apprendimento è legato all’esperienza diretta dell’ambiente organizzativo e relazionale del mondo del lavoro ed è regolato da leggi dello Stato e leggi regionali.

Il periodo di stage svolto in azienda, alternato allo studio nella struttura scolastica, è parte integrante del percorso formativo e dà diritto all’acquisizione di crediti formativi.

L’alternanza scuola lavoro è un rapporto triangolare tra tirocinante, azienda ospitante (pubblica o privata) ed ente promotore, il quale deve garantire la presenza di un tutor come responsabile didattico-organizzativo delle attività.

Il percorso di alternanza è finalizzato a far acquisire agli studenti competenze basate sulla didattica laboratoriale, sull’analisi e soluzione dei problemi, sul lavoro per progetti, con particolare riferimento alle attività e agli insegnamenti di indirizzo. Gli alunni sono orientati alla gestione di processi in contesti organizzativi e all’uso di modelli e linguaggi specifici e sono inseriti in una struttura che favorisca un collegamento organico con il mondo del lavoro e delle professioni.

L’alternanza scuola lavoro, quindi, risulta essere uno strumento didattico particolarmente efficace per la realizzazione di un percorso di studi organico, nel corso del quale lo studente possa sperimentare “sul campo” la teoria appresa in classe. Le aziende, infatti, oltre ad essere luoghi di lavoro, sono contesti cognitivi, sedi di relazioni sociali fondamentali per fornire agli studenti conoscenze aggiornate sull’organizzazione del lavoro, sulla cultura d’impresa, sui mercati di riferimento, sulle norme che regolano i contratti e il lavoro.

 

COSA FACCIAMO:

Il progetto di alternanza scuola lavoro è diventato obbligo di legge con il decreto “La Buona Scuola” per le classi III dell’a.s. 2015/2016

CLASSE SECONDA: 20 ore di orientamento visite in aziende del settore visite presso laboratori pubblici e privati partecipazione a conferenze inerenti gli indirizzi di studio incontri in classe con esperti del settore

CLASSE TERZA: 20 ore di orientamento (vedi classe seconda) 160 ore in azienda (ITIS) 80 ore in Enti, Società Sportive, Pubblica Amministrazione (LSA)

CLASSE QUARTA: 20 ore di orientamento (vedi classe seconda) 160 ore in azienda (ITIS) 80 ore in Enti, Società Sportive, Pubblica Amministrazione (LSA)

I ragazzi, affiancati dai tutor, lavorano in equipe con i tecnici ed acquisiscono competenze specifiche nei settori di competenza. Al termine del ciclo di studi ogni allievo ha effettuato almeno 400 (ITIS) o 200 (LSA) ore di alternanza scuola lavoro (in azienda) e circa 60 ore di orientamento (dalla classe seconda alla classe quinta). Durante gli stages in azienda l’attività didattica viene sospesa, per cui l’alunno non perde alcuna ora di lezione. Questo progetto è possibile grazie alla disponibilità di moltissime aziende, laboratori pubblici e privati, enti, università, società sportive, uffici amministrativi, che hanno capito l’importanza che ha un progetto di tale portata per i nostri ragazzi.